Cerca

Caso Yara: don Corinno, i funerali sono la sua festa

Cronaca

Brembate di Sopra, 28 mag. (Adnkronos) - "I funerali sono la festa per Yara". Cosi' don Corinno Scotti, parroco di Brembate di Sopra, interviene durante la cerimonia religiosa per Yara Gambirasio, la 13enne uccisa il 26 novembre scorso il cui corpo e' stato trovato il 26 febbraio in un campo a Chignolo d'Isola. "Non so -dice dall'altare- se sono sei mesi, sei anni o una vita. Sono state giornate lunghissime vissute con incredulita', paura, insicurezza" poi, dopo la scoperta del corpo "abbiamo pregato e pianto".

Il parroco ricorda le parole di mamma Maura che quando hanno trovato il corpo ha detto: "Da quando hanno trovato la mia bambina sono serena perche' so dov'e' mia figlia". E ancora ricorda la figura di papa' Fulvio: "Mai una parola di vendetta e di odio e' uscita dalle sue labbra per chi gli ha ammazzato la figlia e mi chiedeva solo di ringraziare la comunita'".

Di fronte ad una morte "cosi' cattiva e violenta" don Corinno invita tutti a fare del bene perche' solo cosi' dice "si puo' sconfiggere il male". E conclude ricordando che "quel corpo ritrovato in un campo arido e' diventato quel chicco di grano da cui nasce una spiga".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog