Cerca

Lazio: Storace, Polverini ha il dovere di provare a governare con i suoi alleati

Politica

Roma 28 mag. (Adnkronos) - ''Renata Polverini si dia una regolata. Non e' il presidente della Regione che decreta con una dichiarazione la fine di una coalizione. Se quello e' il suo intendimento, lo fa sottoscrivendo una lettera di dimissioni, poiche' non sarebbero ipotizzabili, ne' possibili - mi pare di capire - cambi di maggioranza in seno al Consiglio Regionale del Lazio''. Lo scrive Francesco Storace, Segretario Nazionale e Capogruppo de La Destra alla Pisana, questa mattina dal suo blog www.storace.it.

Secondo Storace, pero', la governatrice ''ha il dovere di provarci a governare, assieme ai suoi alleati, che non sono i suoi nemici'', perche' ''non puo' permettersi di sciupare un patrimonio che ha creato'' vincendo meritatamente le elezioni. Un patrimonio che pero', ''non ha creato da sola''. Insomma, secondo il leader della Destra, ''non e' il passaggio di due consiglieri dalla lista Polverini al Pdl a determinare la crisi della politica e tantomeno a poter vanificare il voto di milioni di cittadini del Lazio un anno fa. La vita di una coalizione, il suo percorso, il suo successo ma anche la sua fine vengono determinati soprattutto dai comportamenti di chi la guida''.

Ecco che allora Storace enumera una serie di consigli per la Polverini: innanzitutto, ''recuperare senso della misura'', perche' la ''capacita' di ascolto deve caratterizzare una presidente a cui nessuno si puo' permettere di disconoscere coraggio, determinazione e una grande capacita' di lavoro''. In secondo luogo, ''non si costruisce una nuova politica alzando i decibel contro chi ti sostiene; perche' poi chi ti sostiene si stranisce e si chiede se le elezioni le ha vinte o le ha perse; piuttosto ci si stringe e si combatte assieme, spalla contro spalla, evitando di dare l'idea di voler abbracciare la sinistra''. La leadership, aggiunge, ''va esercitata anche con sobrieta', per evitare tante altre Genzano e un numero di contestazioni che cominciano francamente ad essere troppe per non pensare che siano organizzate. Recuperare il rapporto con la maggioranza e' essenziale. Io non ci sto a vedere sola e contestata la Presidente che ho contribuito ad eleggere''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog