Cerca

Perugia: lo strazio della madre di Jacopo 'vieni da me', il padre sotto choc/Il punto

Cronaca

Perugia, 28 mag. - (Adnkronos) - ''Jacopo sei qui, Jacopo mi devi sentire, vieni dalla tua mamma, vieni da me...''. Sono queste le parole strazianti di Eva, la mamma del piccolo Jacopo Riganelli morto ieri nell'auto del padre a Passignano sul Trasimeno, in provincia di Perugia, dopo essere stato dimenticato sotto al sole. Anche il padre era in obitorio insieme alla moglie e ai parenti stamattina. Sergio Riganelli, attonito e silenzioso, e' stato sempre sostenuto dai parenti. Appariva assente, ancora sotto choc. Tanto e' vero che i militari hanno deciso di rimandare la sua audizione per ricostruire la tragedia. Oggi non e' in condizioni di rispondere a domande.

Eva, la mamma che di mestiere fa la psicologa infantile, ha urlato tante volte il nome del piccolo. Le sue urla strazianti, riecheggiavano per i corridoi dell'obitorio. ''Non e' possibile, non e' possibile'', ripeteva la povera donna in una drammatica cantilena. Ha chiamato piu' volte anche il nome del marito, ''Sergio, Sergio''. Poi intorno alle 12 hanno lasciato l'obitorio, accompagnati dalle sorelle di lei, e da altri parenti. Tutti li' per sostenerli in un momento tanto tragico.

Ed erano li' con loro anche quando sono arrivati, quando sono entrati nella stanza in cui era il piccolo, dove si sono potuti recare solo grazie ad una specifica autorizzazione del magistrato Mario Formisano. Commossi anche i presenti, congiunti degli altri defunti, ''Che Dio aiuti questa povera mamma!'', ha detto una donna quando ha sentito le urla strazianti di Eva. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog