Cerca

Omicidio Scazzi: gip Taranto, lettere Michele Misseri possono ingannare

Cronaca

Taranto, 28 mag. - (Adnkronos) - Le lettere spedite dal carcere da Michele Misseri, il padre di Sabrina, accusata dell'omicidio di Sarah Scazzi, solo ''all'apparenza'', secondo il gip del Tribunale di Taranto, Martino Rosati, costituiscono ''elementi istruttori favorevoli'' alla ragazza. Lo scrive nella nuova ordinanza di custodia cautelare. Mentre per la difesa quelle del padre sono parole che la scagionano, per il giudice, invece, sono suscettibili di ''ingannare solo i lettori piu' distratti''.

Il gip sottolinea che ''logica e buon senso avrebbero richiesto che Michele Misseri, dopo centinaia e centinaia di pagine di verbali di racconto (il solo incidente probatorio, per dirne una, si e' protratto per oltre dieci ore), decidendo di mutare versione, spiegasse, per lo meno, perche' la figlia sia innocente, per quale ragione egli l'abbia accusata, chi lo abbia condizionato e, magari, come si sono svolti realmente i fatti. Ovviamente, alla faccia dell'autentica contrizione e del 'peso sullo stomaco', nulla di tutto questo''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog