Cerca

Roma: da Sudamerica abiti intrisi di cocaina, poi droga trasformata in laboratorio

Cronaca

Tivoli, 29 mag. - (Adnkronos) - Doveva essere un semplice controllo di routine e invece i carabinieri della Tenenza di Guidonia si sono imbattuti in un vero e proprio laboratorio chimico allestito in un appartamento della periferia est della Capitale per riportare allo stato solido la cocaina introdotta dal Sudamerica tramite capi di vestiario della cui sostanza erano stati completamente intrisi.

Tre cittadini peruviani di eta' compresa tra i 27 ed i 36 anni sono stati sorpresi proprio mentre stavano filtrando la cocaina, lasciata decantare per 48 ore all'interno di recipienti in vetro. I Carabinieri della Tenenza di Guidonia hanno rinvenuto complessivamente 8 litri di una miscela di sostanze liquide sconosciute e sottoposte a piu' accurati accertamenti chimici, contenuta in tre barattoli dove erano stati messi in acqua, i vestiti tagliuzzati, due litri di ammoniaca, filtri, bacinelle e tutto l'occorrente per riportare la cocaina alla sua forma originale e piu' redditizia.

I tre uomini sono stati arrestati con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. I piccoli chimici della coca sono stati portati nel carcere di Rebibbia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog