Cerca

Ricerca: Borse L'Ore'al-Unesco per 5 giovani donne, cerimonia domani a Milano (5)

Economia

(Adnkronos) - Nella scienza italiana ormai "piu' del 50% delle ricercatrici e' donna e, in settori come matematica o biologia addirittura la maggioranza sono scienziate". Vede un futuro molto 'rosa' per la scienza del nostro Paese l'astrofisica italiana Margherita Hack, parlando con l'Adnkronos in occasione della cerimonia di assegnazione delle Borse di Studio "L'Ore'al Italia per le Donne e la Scienza", in programma domani a Milano. "Non solo le donne nella scienza stanno aumentando di numero ma - sottolinea l'astrofisica - la loro preparazione e' di alto livello nella maggioranza dei casi".

"Il futuro delle scienziate italiane - continua Hack - e' davvero promettente. Vedo sempre piu' ragazze iscriversi anche a ingegneria, una facolta' che, fino a poco tempo fa, si declinava tutta al maschile''.

"La scienza - prosegue Margherita Hack - e' sicuramente uno dei settori dove ci sono sempre piu' donne e in posti di primo piano. Basti pensare che l'Agenzia Spaziale Europea ha selezionato 6 astronauti, di cui due italiani e fra loro una donna, Samantha Cristoforetti, molto celebrata per le sue qualita' e le sue competenze". Ma sulla competenza dei ricercatori italiani, siano donne o uomini, la scienziata degli astri e dei pianeti non ha dubbi. "La qualita' dei nostri ricercatori e' indubbiamente buona tanto che - conclude Hack - quando sono costretti ad andarsene dall'Italia, un Paese che non offre adeguate condizioni ai giovani ricercatori - all'estero fanno tutti un'ottima figura". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog