Cerca

Alimenti: pistacchio di Bronte, portato dagli Arabi l'oro verde ha conquistato la Sicilia

Cronaca

Catania, 29 mag. - (Adnkronos)- Lo chiamano l''oro verde' e ha ricevuto la Dop nel 2010: e' il pistacchio di Bronte. La Sicilia e' l'unica regione italiana dove si produce il pistacchio e Bronte, grosso centro del catanese, con oltre 2000 ettari di coltura, ne rappresenta l'area di coltivazione principale (piu' dell'80% della superficie regionale e l'un per cento di quella mondiale) con una produzione dalle caratteristiche uniche che ne fanno un prodotto di nicchia di grande valore.

Il pistacchio era gia' conosciuto dai greci e dai romani, ma e' entrato a far parte delle coltivazioni agricole in Sicilia solo grazie agli arabi che hanno scoperto come nel territorio di Bronte la pianta su cui effettuare l'innesto cresceva spontaneamente.

L'ambiente di coltivazione va dai 300 ai 900 metri di altitudine, con la pianta che si adatta ad ambienti difficili come i terreni lavici brontesi dell'Etna, dove non cresce nient'altro se non la ginestra, che pero' a differenza del pistacchio non produce reddito. Si raccoglie ad anni alterni e negli anni di magra tutti i coltivatori eliminano le gemme, impedendo la nascita del frutto. Questi, infatti, sanno bene che la pianta non producendo per un anno e' in condizione di accumulare energie utili per moltiplicare la produzione dell'anno successivo. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog