Cerca

Albert&Charlene, i segreti di un matrimonio 'en plein air'

Esteri

Roma, 29 mag. - (Adnkronos) - Dalla limousine al diadema. Dall'abito della sposa, griffato con molta probabilità Armani, alla divisa del principe Albert, dagli invitati illustri, al gotha dell'aristocrazia europea. Parte il conto alla rovescia a Montecarlo per il matrimonio di Albert Charlene. Dopo William Kate, una nuova unione reale e regale.

Il 2 luglio attesi a Monaco oltre 2mila e 500 invitati per assistere al matrimonio dell'erede al trono del principato di Monaco e dell'ex campionessa di nuoto sudafricana. Matrimonio en plein air, celebrato da monsignor Barsi, fortemente desiderato dal principe Albert, forse per evitare confronti, si sussurra, con le nozze tra i genitori, il principe Ranieri e l'affascinante ex attrice americana, Grace Kelly.

Una scaletta articolata che prevede il 1 luglio il matrimonio civile tra Albert Charlene alla presenza di Philippe Narmino, presidente del Consiglio di Stato. Verso le 20 apparizioni della coppia al balcone della Salle des Glaces accompagnata, subito dopo, dalle musiche di un concerto di Jean-Michel Jarre. Matrimonio religioso il giorno dopo, alle ore 18.30, cena di gala nella terrazza del Casino, musica e fuochi d'artificio. E scatta il toto matrimonio. Molti i segreti, solo qualche certezza. Ambientalista convinto il principe Albert e l'affascinante consorte sfileranno, all'interno di una macchina decappottabile, a bassa emissione di Co2, mentre 200 Bmv saranno a disposizione degli ospiti più illustri.

Riguardo poi all'abito indossato dal principe ereditario di sicuro, annuncia 'Point de vue', sarà in uniforme militare, bianco su bianco. Regale, scherza 'Point de vue', ma forse quel colore potrebbe oscurare, velare la mise della sposa. Che con ogni probabilità sarà griffata Armani, il couturier italiano da oltre 2 anni inseparabile da mademoiselle Charlene Wittstock. Colui che ne ha rivoluzionato lo stile e l'estetica, trasformando l'ex olimpionica di nuoto in una donna di classe e carisma, così vicina all'indimenticabile Grace. Interrogativi pesano, invece, sul diadema. Grace Kelly, il 19 aprile 1956, il giorno della celebrazione religiosa, aveva scelto di non indossare la tiara.

Solo un copricapo, realizzato con preziosi pizzi, sul quale era stato fissato il lungo velo. Anche la principessa Carolina nel 1978 (la sua prima unione, quella con Philippe Junot) non sfoggiava diademi. Solo alla vigilia delle nozze ne avrebbe sfoggiato uno, come da tradizione, davanti ad un parterre di principi regnanti e re in esilio, un diadema di diamanti, offerto dalla principessa Grace. Forse Charlene potrebbe non indossare gioielli importanti durante la celebrazione religiosa, come del resto è avvenuto a Londra per il matrimonio dei duchi di Cambridge.

Difficile, forse improbabile, che non indossi la tiara la futura principessa di Monaco al pranzo di gala che si terrà all'Opera di Monte-Carlo.

Potrà scegliere tra 5 preziosi gioielli appartenuti alla principessa Grace e alla principessa Charlotte de Polignac, madre del principe Ranieri, firmati Cartier e Van Cleef et Arpels.

Pezzi unici di straordinaria fattura. Potrà optare tra quello di diamanti e rubini offerto alla neo principessa di Monaco dalla 'Societe' des Bains de mer' o quello ricevuto in dono dal principe Ranieri, diamanti e brillanti, indossato ad Atene al matrimonio di Juan Carlos e Sophia di Grecia. Più imponente la tiara composta da diamanti, 'tailles brillants et poires', griffata van Cleef et Arpels.

Ma Charlene potrebbe anche scegliere tra le tiare, un tempo appartenute alla principessa Charlotte e dono del padre, il principe Louis II. Diademi di diamanti e perle 'poires', ma anche quello in stile russo, particolarmente in voga negli anni '20. Nessuna certezza per il momento. ''Forse - come spiega 'Point de vue'- il matrimonio di Albert & Charlene potrebbe regalarci un'altra sorpresa. Un nuovo diadema, chissà, offerto dal principe Albert alla furtura principessa di Monaco''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog