Cerca

Cultura: la primavera araba protagonista del Festival di Ravenna (3)

Cultura

(Adnkronos) - Domenica 5 giugno alle 16 sono in programma balli tradizionali dalla Nigeria a cura di otto diverse associazioni etniche. Alle 18, nella tenda berbera, il giovane autore siriano Shady Hamadi presenta il suo libro ''Voci di anime'', soffermandosi sulla Siria e della sua rivolta. Alle 20 si parlera' invece di Libia con Karim Bougaighis, Leyla Dauki e Giuliano Battiston.

Seguiranno una tavola rotonda sulla progettazione partecipata (con Alberto Giorgio Cassani, Marina Mannucci, Ivano Mazzani, Piera Nobili e Fausto Piazza, ore 21), Luca Dubbini sul 700° anniversario del processo ravennate che aboli' la tortura in Italia (ore 22), ''La favola dell'abbecedario'' del giornalista Daniele Barbieri e del regista Alessandro Taddei di Ponte Radio (ore 22.30). Sul tema invece della rivoluzioni arabe si potra' ascoltare l'intervento del professor Franco Cardini, alle 20.30, sotto la tenda berbera.

Il concertone della serata, alle 21. 30, vedra' sul palco il grande musicista del Burkina Faso, Gabin Dabire', accompagnato alle tabla dal maestro indiano Rashmi Bhatt e Guglielmo Pagnozzi ai fiati. In chiusura del Festival, sullo specchio d'acqua della Darsena, i giovani di Generazioni in Movimento lanceranno in cielo un centinaio di mongolfiere luminose che portano la scritta ''Restiamo umani''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog