Cerca

Tv: Bettarini, se tornassi indietro non mi separerei da Simona

Spettacolo

Roma, 29 mag. (Adnkronos) - "Se potessi tornare indietro, non mi separerei da Simona Ventura. E' stata l'amore piu' grande che ho avuto. Ma, allo stesso tempo non la risposerei: 26 anni sono troppo pochi perche' sposarsi presuppone una maturita' che all'epoca non avevo". Sono le confessioni di Stefano Bettarini, intervistato da Federica Panicucci, a ''Domenica Cinque'' su Canale 5.

''Aver fatto il calciatore e' stata una grande fortuna - dice - mi sono chiesto spesso perche' e' successo a me. Il talento c'e' ma sono arrivato piu' per la voglia di arrivare, per il carattere e la forza di non mollare mai che per le capacita' tecniche. Le due squadre che mi sono rimaste nel cuore sono quelle romagnole, Parma e Bologna e ovviamente la Sampdoria, perche' con quella squadra sono arrivato alla Nazionale nel 2004, il coronamento di una carriera. Ci sono arrivato tardi, tanti sacrifici finalmente ripagati. Poi - spiega - ho lasciato il calcio per varie motivazioni e a volte mi domando se ho fatto la scelta giusta, ma senza pentimenti''.

Bettarini - che rivela di essere, al momento, single - racconta poi come ha conosciuto la ex-moglie. E' accaduto che "il suo segretario una sera mi invito' per presentarmi a un' amica, convinto del fatto che avremmo avuto qualcosa in comune nonostante io non ci credessi. Dopo quella sera non successe proprio nulla per ben un anno, quando poi in Sardegna lei mi noto' mentre uscivo dall'acqua chiedendo al segretario chi fossi. E il segretario rispose 'quello che non ti piaceva neanche tanto'. Ero li' con amici e lei senza pensarci troppo invito' tutti e 12 a cena, compresa sua mamma, la quale capi' subito le intenzioni di Simona e disse 'Ho capito dove dorme il merlo!'''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog