Cerca

Calcio: blitz Greenpeace durante Inter-Palermo, denunciati 7 attivisti

Sport

Roma, 30 mag. - (Adnkronos) - Sette attivisti di Greenpeace, tra cui quattro cittadini svizzeri (S.A., D.S., L.D. W.M.P.), un tedesco (N.A.M.), e due italiani (N.L. E S.N.), di eta' compresa tra i 23 e i 44 anni, sono stati bloccati a conclusione della gara della Finale di Coppa Italia disputata ieri sera allo stadio Olimpico di Roma, denunciati e sottoposti a Daspo per la durata di 3 anni. Per l'italiano non residente a Roma il Questore di Roma ha adottato anche il fovglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Roma per la durata di 3 anni.

I destinatari dei provvedimenti sono gli autori dell'esposizione di uno striscione, con la scritta "da Milano a Palermo fermiamo il nucleare", calato intorno alle 21.30 dalla copertura superiore della Tribuna Tevere, accessibile solo a personale specializzato. A conclusione della gara, ritenute sussistenti le condizioni di sicurezza per l'intervento, i 7 sono stati bloccati ed accompagnati in ufficio da personale della Questura, per essere poi sottoposti al foto segnalamento per l'identificazione.

Durante i controlli del prefiltraggio il Daspo per la durata di un anno e' scattato anche per C.L. e V.A. , entrambi romani 19enni, denunciati per scavalcamento e sanzionati per violazione del regolamento d'uso. Nell'ambito degli stessi controlli D.M.M. e L.C. A., entrambi tifosi palermitani di 22 e 19 anni, trovati in possesso di hashish, sono stati sanzionati quali consumatori di sostanza stupefacente. Intanto si indaga anche su un'aggressione denunciata da due tifosi dell'Inter, di cui uno ferito con un'arma da taglio ad una gamba. L'episodio sarebbe avvenuto intorno all'1,00, in zona Tor di Quinto. I due sarebbero stati avvicinati da un gruppo di palermitani che li avrebbero aggrediti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog