Cerca

Nucleare: Veronesi, decisione stop Germania per non perdere voti

Politica

Milano, 30 mag. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Decisioni come quella della Germania, che ha annunciato l'intenzione di dire addio al nucleare entro il 2022, sono "scelte influenzate dall'ondata di panico per il disastro di Fukushima, fatte per il terrore di perdere voti". E' il parere espresso dall'oncologo Umberto Veronesi, presidente dell'Agenzia per la sicurezza sul nucleare, oggi a Milano a margine della cerimonia per l'assegnazione delle Borse di studio 'L'Ore'al Italia per le donne e la scienza'.

"Il disastro di Fukushima ha creato un'erosione che si e' riflessa anche sul mondo politico - spiega il direttore scientifico dell'Istituto europeo di oncologia di Milano - Il terrore di perdere voti ha fatto prendere decisioni nella direzione dell'addio all'atomo". Secondo l'ex ministro della Sanita', si tratta pero' di "decisioni legate a un evento specifico che non derivano da alcuna valutazione razionale sul tema".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog