Cerca

Afghanistan, attacco a base Herat: '5 italiani feriti, uno in modo serio'

Esteri

Kabul, 30 mag. - (Adnkronos/Aki) - Un attacco è stato sferrato dagli insorti attivi in Afghanistan vicino al Provincial Reconstruction Team (Prt) a guida italiana di Herat.

Cinque i militari italiani rimasti feriti. Uno di loro è stato colpito "in maniera seria" all'addome ed è in prognosi riservata, mentre per gli altri quattro le notizie sono "incoraggianti". Risulta sotto choc un civile in servizio al ministero degli Esteri. A rendere noti i dati il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, nel corso di una conferenza stampa. Il sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto, ha fatto sapere che ''l'attacco è stato in varie parti della città, anche al palazzo del governatore, e si sta concludendo''.

Quattro soldati della Nato invece sarebbero rimasti uccisi secondo l'emittente satellitare al-Jazeera che parla di due kamikaze e un'autobomba entrati in azione.

Barakatullah Mohammadi, medico dell'ospedale principale di Herat, ha riferito a Xinhua di almeno quattro morti e 27 feriti, tra agenti della polizia afghana e civili: ''Al momento abbiamo ricevuto i corpi senza vita di quattro persone e stiamo assistendo 27 feriti, tra agenti di polizia e civili''.

Intanto, elicotteri della Nato, precisa la Xinhua, stanno sorvolando la zona dell'attacco. Secondo la ricostruzione fornita dall'agenzia, tutto è iniziato quando un gruppo di insorti ha occupato uno dei tanti edifici vicini alla base del Prt e ha iniziato ad attaccare il compound. Poi, stando alla Xinhua, è esplosa un'autobomba vicino all'ingresso della base e successivamente gli insorti hanno ''preso d'assalto'' il Prt.

''Diversi combattenti Talebani sono coinvolti nell'attacco in città, ma non posso dare ulteriori dettagli'', ha detto una fonte della sicurezza coperta da anonimato.

Secondo la tv afghana Tolo, che cita fonti ufficiali locali, sarebbero almeno sette gli insorti che sono riusciti a penetrare all'interno del compound del Prt. Stando all'ultima ricostruzione dell'attacco fornita dall'emittente, un attentatore kamikaze si è fatto saltare in aria vicino a un ingresso della base. La tv riferisce di almeno tre esplosioni avvertite nella zona, spiegando che altri due kamikaze si sarebbero fatti esplodere nei pressi della Blood Bank Street e del Chawk-e-Cinema.

Il portavoce del ministero dell'Interno di Kabul, Zemari Bashary, confermando la notizia, ha riferito che ''dopo l'attacco le forze di sicurezza hanno lanciato un'operazione, che è ancora in corso''. ''C'è stata un'esplosione'', ha aggiunto, precisando di ''non poter fornire dettagli fin quando l'operazione non sarà conclusa''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog