Cerca

Energia: per centrale Enel di Porto Tolle continua petizione dei lavoratori

Economia

Rovigo, 30 mag. (Adnkronos) - "Sostieni il lavoro". Chiedono la riconversione a carbone pulito i lavoratori della Centrale Enel di Porto Tolle, che oggi continuano ad Ariano nel Polesine la petizione iniziata il 28 maggio durante "Centrale Aperta". Alle 1.000 sottoscrizioni di sabato scorso si sono aggiunte circa 200 firme raccolte ai banchetti allestiti in Piazza Garibaldi durante il mercato rionale.

"Abbiamo a disposizione un'opportunita' unica per il nostro territorio, con i 2,5 miliardi di euro del cantiere piu' grande d'Italia e 3.000 posti di lavoro nei prossimi 5 anni - spiega Andrea Mancin, uno dei lavoratori impegnati nella raccolta firme - Senza riconversione la crisi si aggraverebbe e resteremmo una parte del Veneto dimenticata e abbandonata". L'iniziativa del Comitato Lavoratori e' in collaborazione con Filctem-Cgil, Flaei-Cisl e Uilcem-Uil.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog