Cerca

Nucleare: Regione Emilia Romagna, seguire l'esempio della Germania

Economia

Bologna, 30 mag. - (Adnkronos) - "Esemplare". Cosi' l'assessore alle Attivita' produttive della Regione Emilia Romagna Gian Carlo Muzzarelli definisce il 'no' della Germania al nucleare. "Dopo Fukushima stanno trovando conferme le nostre preoccupazioni in molte parti dell'Occidente" osserva l'assessore, convinto che "con un chiaro progetto per il futuro energetico sostenibile, il Governo tedesco ha deciso di rinunciare ai reattori con una scelta definitiva irrevocabile, chiudendoli tutti nel minor tempo possibile e comunque non oltre il 2022".

"Il nostro 'no' al nucleare - aggiunge Muzzarelli - lo ripetiamo ormai dal 2009, cioe' da quando il Governo italiano anziche' costruire un nuovo piano energetico come prevedeva la legge 133, ha deciso scavalcando le Regioni, di portare avanti un piano di ritorno al nucleare costoso e insicuro e lungo nel tempo".

"Il futuro - concludel'assessore - e' nell'efficientamento delle fonti esistenti, nel risparmio e in una crescente e diffusa produzione di energia da fonti rinnovabili: questo e' il cuore del nuovo piano triennale del Piano energetico dell'Emilia Romagna".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog