Cerca

Mostre: le 'meteoriti' di Bizhan Bassiri all'Archeologico di Venezia (2)

Cultura

(Adnkronos) - Il ciclo di opere de ''La Caduta delle meteoriti'' presentato a Venezia viene preceduto, nel corso degli anni, da importanti episodi plastici che lo vedono protagonista di un'originale concezione secondo cui l'arte, come il sole, e' vulcanicamente inarrestabile e ''l'esistenza dell'opera d'arte nel mondo e' meteorite proveniente dal cosmo, non appartiene alla terra ma le appare'', come spiega lo stesso Bassiri.

Da tali concezioni discendono alcuni principi regolatori della sua azione plastica, che sono alla base di significativi nuclei di opere. Tra essi si ricordano: 'Il pesce', 1978; 'Paesaggi del pensiero magmatico', 1978; 'La foresta', 1980; '60 leggii', 1983; 'Pensiero magmatico, scrittura animale', 1985; 'Il guardiano', 1986; 'Il sole', 1987; 'La porta dell'inferno', 1988; 'La spada', 1988; 'L'asta', 1988; 'Eclisse', 1988; 'I dadi della sorte', 1990; 'La battaglia dei Centauri', 1993; 'Erme', 1996; 'La Bestia', 1997; 'Il bisonte', 1998 (video); 'Il sarcofago', 2003 (video); 'Evaporazioni', 1998; 'Paesaggi della mente', 1998; 'Specchi solari', 2003; 'Volti', 2003; 'Serpe mercuriale', 2007; e 'Riserva aurea', 2007.

Accanto a questi, tra gli anni Novanta e l'attualita', sono numerose le incursioni di Bassiri nella scena musicale e teatrale invitando compositori come Hans Werner Henze, Giorgio Battistelli, Marcello Panni, Stefano Taglietti, Alessandro Cipriani e Carlo Crivelli. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog