Cerca

Milano: Mantovani, Pdl tiene, crisi economica pesa su sconfitta Moratti

Politica

Milano, 30 mag. - (Adnkronos) - "I risultati del primo turno dicono che il Popolo della Liberta' in citta' non ha perso consenso rispetto alle elezioni Provinciali del 2009 e alle elezioni Regionali del 2010. E' tornato al voto un elettorato di sinistra che mancava da anni e questo ha influito sull'esito finale". Cosi' Mario Mantovani, coordinatore regionale del Pdl, commenta la sconfitta del sindaco uscente Letizia Moratti.

Sulla sconfitta, secondo il senatore del Pdl, pesa anche la crisi economica. "Mi sembra chiaro -sottolinea- che in una citta' come Milano, capitale indiscussa dell'economia e della finanza italiana, la crisi abbia avuto un peso specifico maggiore e non ha consentito ai milanesi di cogliere fino in fondo il buon lavoro svolto dalla giunta comunale". Mantovani ritiene che "il momento di crisi nazionale e internazionale abbia inciso sugli umori dei cittadini. E' quello che e' successo negli Usa di Obama, nella Germania di Angela Merkel e nella Spagna di Zapatero dove i governi sono stati penalizzati indipendentemente dall'appartenenza politica".

Letizia Moratti "lascia un'eredita' bellissima a questa citta'. In questo momento penso ai giovani e alle 60mila occasioni di lavoro all'anno che si presenteranno per i ragazzi grazie all'Expo. La sconfitta di Milano deve farci certamente riflettere, ma non avra' risvolti sul Governo che continua ad operare sul piano delle riforme per il Paese. Continuiamo -conclude Mantovani- con la politica del fare con senso di responsabilita'. Analizzeremo le criticita' emerse dal voto e faremo sentire la nostra presenza a beneficio della citta' e della Regione Lombardia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog