Cerca

Napoli: Landolfi, De Magistris liberatore? Occupanti di ieri con lui

Politica

Roma, 30 mag. - (Adnkronos) - "Siamo al paradosso: oggi parla di citta' liberata dal bassolinismo e dallo iervolinismo, cioe' dei maggiori esponenti del Pd, proprio chi da questo partito ha ricevuto nel ballottaggio appoggio e sostegno. E' la prima volta che un esercito di liberazione si allea con gli occupanti. Qualcosa non torna. Ma la questione riguarda soprattutto noi". Mario Landolfi, vice Coordinatore vicario del Pdl in Campania, commenta cosi' le parole di Luigi De Magistris, uscito vittorioso dalle urne a Napoli.

"Il risultato di Napoli -ammette Landolfi in una nota- e' perentorio. Bisogna prenderne atto e formulare al neosindaco gli auguri di buon lavoro nell'esclusivo interesse della citta'. Ora occorre rimboccarsi le maniche e capire che cosa non ha funzionato nella organizzazione e nel messaggio della campagna elettorale. Negli ultimi anni il centrodestra, prima come Forza Italia e Alleanza Nazionale, poi come PdL e quindi con l'apporto di altri partiti, ha saputo intercettare e interpretare l'ansia di rinnovamento che saliva dal territorio e dalla societa' campana. Oggi perdiamo non perche' quella spinta si sia esaurita, ma perche' non l'abbiamo saputa cogliere, lasciando a De Magistris il ruolo di alfiere del nuovo", conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog