Cerca

Amministrative: Avvenire, si apre fase nuova nella politica italiana

Politica

Citta' del Vaticano, 31 mag. - (Adnkronos) - ''Si profila una fase nuova per la politica italiana. Certo faticosa, ma interessante e coinvolgente come possono diventarlo -se condotte con lungimiranza- tutte le transizioni da un tempo politico a un altro''. E' quanto si legge nell'editoriale di oggi del quotidiano dei vescovi Avvenire, firmato dal direttore Marco Tarquinio, a commento dei risultati dei ballottaggi di ieri.

"Il voto amministrativo 2011 (avviatosi il 15 e 16 maggio e completatosi ieri pomeriggio, pur con un importante tempo supplementare in Sicilia) - afferma il quotidiano della Cei - offre questa indicazione e questo senso a un itinerario che si va delineando gia' da qualche mese. Il vecchio bipolarismo 'furioso', quello nato nel 1994 e che tre anni fa si era cercato invano di piegare in senso bipartitico, e' in evidente crisi. Anche se il governo di centrodestra non e' in crisi e, a quanto e' dato di capire, per logica di sopravvivenza e per interessi convergenti di tutti i principali attori politici, non lo sara' fors'anche sino alla fine naturale della legislatura''.

''La primavera elettorale -afferma ancora Tarquinio- come si vede, ha insomma prodotto frutti strani, attraenti e complicati. Ma stavolta i contorni del risultato e della tendenza che disegna appaiono piuttosto chiari. Le vittorie -a cominciare da quella di Giuliano Pisapia a Milano e di Luigi De Magistris a Napoli- fanno sempre rumore, si sa, ma le sconfitte non scherzano. Anzi, sono proprio le sconfitte a incidersi e a risaltare con piu' forza in questo verdetto di maggio''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog