Cerca

Professioni: Mse, sostegno a quelle senza ordini, settore in espansione

Altro

Roma, 30 mag. - (Adnkronos) - Una strategia di sostegno alla realta' estremamente differenziata delle professioni non regolamentate, dai servizi alle imprese alle attivita' di cura, a quelle di comunicazione, in un quadro di regole anche in campo contributivo e fiscale. Sono stati questi gli argomenti affrontati dal primo tavolo per le professioni non ordinistiche riunito al ministero dello Sviluppo Economico da Mister Pmi, Giuseppe Tripoli. Una prima volta molto apprezzata dalle categorie che hanno partecipato all'incontro: Assoprofessioni, Colap, Confindustria, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confprofessioni, Casartigiani, Claai, Accredia, Uni insieme al Cnel che recentemente ha stimato in circa 3 milioni i professionisti coinvolti in questo settore.

"Il nostro obiettivo -ha spiegato Tripoli- e' quello di individuare esigenze e linee di intervento per questo comparto che rappresenta una quota rilevante del pil e uno dei settori economici piu' vivaci e in trasformazione. Abbiamo iniziato un percorso condiviso, consapevoli che in Parlamento sono in discussione alcuni disegni di legge che puntano a regolamentare queste attivita' professionali non ordinistiche''.

''Presupposti essenziali per la crescita del settore sono l'innovazione, la qualita' delle attivita' e della certificazione e la tutela del cliente, impresa o cittadino, anche attraverso l'utilizzo delle norme tecniche volontarie, facendo riferimento alle regole europee. Il tavolo tornera' a riunirsi entro giugno -conclude Mister Pmi- per proseguire nell'esame dei diversi temi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog