Cerca

Toscana: Parco Maremma, iniziativa popolare per estendere confini

Cronaca

Firenze, 31 mag. - (Adnkronos) - Rivedere i confini del Parco Naturale della Maremma, prevedere una nuova perimetrazione per riunire sotto un unico strumento di pianificazione (il piano del Parco ndr), indirizzo e gestione di un complesso paesaggistico e ambientale di inestimabile valore. Questo il cuore della proposta di legge di iniziativa popolare presentata in commissione Ambiente e territorio del Consiglio regionale dela Toscana, presieduta da Vincenzo Ceccarelli (Pd), e corredata da settemila firme.

Una iniziativa che tende ad ''allargare il Parco regionale'' a tutte quelle aree di fatto gia' protette a vario livello (riserve statali e provinciali, Parco regionale, siti di interesse comunitario) frammentate da un punto di vista gestionale e per questo di difficile indirizzo verso scelte unitarie ed integrate.

''E' necessario - ha detto Daniela Pasini presidente del comitato promotore - ricomporre il mosaico delle aree protette mettendole in reciproca interconnessione''. Una messa in rete, quindi, che potrebbe portare notevoli benefici non solo dal punto di vista economico ma anche ambientale, cosi' come la conferenza delle Nazioni Unite di Rio de Janeiro del 1992 si era orientata: gestione sostenibile di tutte le risorse e creazione di una rete funzionale di protezione della natura. Dal presidente Ceccarelli l'assicurazione al comitato di ''dare il via alle consultazioni con tutti i soggetti interessati per individuare il giusto percorso''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog