Cerca

Caso Ruby: difesa, possibili problemi a server intercettazioni

Cronaca

Milano, 31 mag. (Adnkronos) - Le intercettazioni non solo sono "illegittime", ma sul server che ha registrato le telefonate potrebbero esserci stati problemi o ritardi. E' quanto sostiene Niccolo' Ghedini, difensore del premier Silvio Berlusconi imputato nel processo Ruby per concussione e prostituzione minorile.

L'attuale sistema e' costituito da una sorta di centrale che invia, attraverso un sistema protetto, i file al server. File in cui "la data e l'orario sono immutabili". L'invio dalla centrale al server puo' comportare un ritardo di pochi secondi, ma secondo il consulente della difesa "nel caso ci sono delle differenze straordinariamente significative. Nel 7% dei casi il ritardo e' di 10 minuti, nel 5,39% il ritardo e' di 60 minuti, nel 2% c'e' una differenza massima di due ore".

Per il consulente, spiega Ghedini "non c'e' possibilita' di giustificare il ritardo". E' possibile che il file "possa essere stato ascoltato, 'parcheggiato' o modificato anche involontariamente". Per la difesa "c'e' una problematica seria sul server". Altre eccezioni della difesa, dopo un'udienza di oltre otto ore, verranno illustrate nella prossima udienza in calendario il 6 giugno prossimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog