Cerca

Islam: Mons. Nosiglia, moschea a Torino? Si' ma con gradualita'

Cronaca

Torino, 31 mag. - (Adnkronos) - Monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, apre alla possibilita' di una moschea a Torino anche se in modo graduale: "Certamente la liberta' religiosa esige che ogni comunita' possa avere luoghi di culto adeguati ma bisogna prima superare da un lato l'ingenuita' che costruire una moschea sia come costruire una chiesa, (perche' nell'islam religione e politica sono strettamente legate ndr) e dall'altro il pregiudizio che, inevitabilmente, colpisce la comunita' locale nel momento in cui si decide di realizzarla", spiega monsignor Nosiglia al termine dell'avvio del Consiglio della conferenza episcopale d'Europa, che riunisce i delegati per i rapporti con i Musulmani a Torino fino al 2 giugno per parlare dei rapporti tra cristianesimo e Islam in Europa.

Oggi a Torino ci sono 11 sale di preghiera per i musulmani e secondo l'arcivescovo una moschea "non si puo' fare dall'oggi al domani" ma richiede un percorso nel quale "si dovranno avere delle garanzie su come funzionera', anche perche' ci sono tanti Islam, ed e' necessario che il sistema venga inquadrato nella nostra Costituzione".

Tutto con un occhio rivolto alla "sensibilita' della gente che bisogna accompagnare in un percorso di conoscenza dell'Islam". Una decisione, quindi, che non deve essere calata dall'alto, ma "accompagnata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog