Cerca

Torino: funzionario Agenzia delle Entrate arrestato per concussione (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Pane, pizza, pasticcini, torte e gelati. Sono solo alcuni dei generi alimentari che un funzionario dell'Agenzia delle Entrate si faceva consegnare gratuitamente da quattro negozi (una paneteria, una pasticceria e due gelaterie) in zona Pozzo Strada, a Torino, con la minaccia di un controllo fiscale. L'uomo, 52 anni sposato e con un figlio, e' stato arrestato dai carabinieri giovedi' mentre usciva da una panetteria con due buste piene di pane, pizza e salatini. Ora si trova agli arresti domiciliari.

La riscossione dell'insolita mazzetta andava avanti da quattro anni e solo qualche settimana fa i commercianti, esasperati, si sono rivolti ai carabinieri. Dalle indagini e' emerso che l'uomo si faceva consegnare quotidianamente generi alimentari e anche una torta, di mele d'inverno con l'ananas d'estate, il sabato. "Ho malinteso degli atti di liberalita' provenienti da falsi amici" si e' difeso l'uomo davanti ai militari. "Stiamo accertando se vi siano altri negozi che hanno dovuto subire questo ricatto" ha spiegato il Capitano Filippo Vanni, comandante della Compagnia Torino Mirafiori.

Intanto l'Agenzia delle Entrate sta prendendo provvedimenti. "E' partito il procedimento disciplinare che, entro 120 giorni, portera' al licenziamento" fa sapere Rossella Orlandi, Direttore regionale dell'Agenzia delle Entrate piemontese, che aggiunge "porgo le mie scuse e quelle dell'Agenzia a tutte le vittime assicurando che stiamo facendo di tutto perche' questo non accada piu'". L'uomo dovra' rispondere di concussione continuata, un reato per cui la pena va da 4 a 12 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog