Cerca

Roma: bulgaro arrestato, costringeva ragazza a prostituirsi anche incinta (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Il denaro veniva sperperato dall'uomo per l'acquisto di sigarette, bevande alcoliche e per togliersi qualsiasi tipo di sfizio. Parte del denaro veniva inviato, invece, in Bulgaria per il sostentamento dell'ex moglie e del figlio. Con il passare dei giorni l'uomo era diventato sempre piu' violento; la pressione psicologica e fisica era via via aumentata e l'uomo aveva deciso che la ragazza doveva guadagnare di piu'. Cosi' la picchiava tutti i giorni minacciandola di morte.

La situazione era degenerata nel dicembre 2010 quando la ragazza aveva scoperto di essere incinta. Incurante della gravidanza, l'uomo aveva continuato con le sue richieste insistenti di denaro e, per costringerla a continuare a prostituirsi nonostante il suo stato, era arrivato a minacciarla con un coltello del tipo tagliapane sulla pancia.

I clienti pero', visto l'ormai evidente stato di gravidanza della donna, iniziavano a scarseggiare. L'aguzzino aveva cosi' costretto la donna a chiedere l'elemosina all'esterno di alcuni supermercati di Fiumicino. Anche in questo caso, l'uomo era appostato nei pressi degli esercizi commerciali, in modo da controllare a distanza la 24enne. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog