Cerca

Carceri: Torino, allo studio progetto di detenuti 'supporters' per prevenire suicidi

Cronaca

Torino, 1 giu. - (Adnkronos) - Detenuti impiegati su base volontaria come 'supporters' di compagni di cella che mostrano gravi difficolta' e a rischio suicidio. E' il progetto ispirato ad analoghe esperienze gia' adottate in carceri anglosassoni a cui sta lavorando Pietro Buffa, direttore del carcere torinese de Le Vallette, dove si sono verificati tre suicidi negli ultimi venti giorni. L'iniziativa, che dovrebbe essere messa a punto gia' nelle prossime settimane dovrebbe coivolgere detenuti 'appellanti' e con una condanna di primo grado non inferiore agli otto mesi a cui verrebbe chiesta la disponibilita', previa adeguata formazione, di offrirsi come accompagnatori dei compagni di cella che mostrano disagio psicologico per dare loro sostegno costante attraverso il dialogo e la vicinanza.

"Vogliamo sperimentare un nuovo modello di comunita' all'interno del carcere, perche' tutti sono responsabili morali degli altri all'interno della struttura - ha spiegato Buffa - la prima cosa che abbiamo capito e' che le persone non vanno mai lasciate da sole in cella, per questo chiederemo aiuto ai detenuti che vogliono impegnarsi, li formeremo, coinvolgendoli nell'accompagnamento senza, pero', delegare loro compiti ne' di cura ne' di controllo che devono continuare ad essere svolti dall'amministrazione". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog