Cerca

Toscana: Consiglio regionale, per strutture residenziali si' a modifica regolamento

Cronaca

Firenze, 1 giu. - (Adnkronos) - Via libera a una modifica del regolamento di attuazione della legge sul sistema integrato di interventi e servizi per la tutela dei diritti di cittadinanza sociale. La proposta di modifica ha ottenuto il parere favorevole della Commissione Sanita' del Consiglio regionale della Toscana, presieduta da Marco Remaschi (Pd); hanno votato a favore Pd, Idv, Pdl e Udc, mentre la Lega si e' astenuta.

La modifica, che riguarda le strutture residenziali e semiresidenziali, ha lo scopo di fare chiarezza su alcuni punti del regolamento in vigore, che avevano dato origine a dubbi interpretativi, e di snellire le procedure. Come ha spiegato il presidente Remaschi, il regolamento in vigore, che concede alle strutture gia' operanti di continuare a operare con le vecchie regole, estende la propria applicazione alle strutture gia' operanti anche in caso di ''variazione dei posti letto o modifica della destinazione d'uso di locali e spazi''. Questo impone alle strutture di fatto di doversi adeguare ai nuovi requisiti anche in presenza di modifiche non strutturali o marginali.

Per questo il termine ''variazione di posti letto'' viene sostituito con quello di ''incremento''. In secondo luogo dopo le parole destinazione d'uso dei locali e degli spazi, viene introdotto l'inciso ''che comportino il venir meno dei requisiti organizzativi prescritti al momento del rilascio dell'autorizzazione''. Secondo Remaschi, si tratta di un aggiustamento che risponde alla logica del buon senso. Anche Stefano Mugnai (Pdl), ha sottolineato che la modifica e' ragionevole, spiegando di essersi gia' in passato interessato alla questione, perche' ''molte strutture si trovavano in sofferenza anche per minimi interventi''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog