Cerca

Veneto: Unioncamere, commercio al dettaglio in calo nel primo trimestre 2011

Economia

Venezia, 1 giu. - (Adnkronos) - Nel primo trimestre 2011, sulla base dell' indagine VenetoCongiuntura di Unioncamere condotta su un campione di 385 imprese con almeno 3 addetti, le vendite al dettaglio hanno registrato una flessione del -0,7% rispetto allo stesso periodo del 2010. A livello tendenziale il bilancio negativo e' ascrivibile soprattutto al commercio al dettaglio dei prodotti alimentari con un cedimento del -5,8%. Piu' contenute le diminuzioni del comparto non alimentare (-2,7%), in leggero rialzo i supermercati, iper e grandi magazzini (+0,5%). Sotto il profilo dimensionale performance negative per le piccole superfici (-3,3%), mentre hanno segnato variazioni positive sia le medie che le grandi superfici (+0,5%).

In aumento i prezzi di vendita (+4,1%), piu' marcati nei supermercati, iper e grandi magazzini (+4,7%), mentre piu' contenuti per il commercio al dettaglio alimentare e non, rispettivamente +3,9% e +2,4%. Crescita piu' pronunciata per le medie e grandi superfici (+4,7%). In controtendenza rispetto al fatturato, gli ordinativi registrano un aumento del +0,6% su base annua soprattutto grazie a supermercati, iper e grandi magazzini (+1,8%). In flessione invece alimentare (-4,1%) e non alimentare (-1,4%). Sostanzialmente stabile l'occupazione che registra una diminuzione del -0,3%. Dinamiche differenti per i settori: il commercio alimentare segna un +1,2%, il non alimentare una flessione del -0,9%. Stabile l'impiego nei supermercati, iper e grandi magazzini (-0,1%). (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog