Cerca

2 giugno: sit-in Radicali davanti ai penitenziari per Festa Repubblica

Politica

Roma, 1 giu. (Adnkronos) - Un sit-in per l'emergenza carceri, da Genova a Roma, da Bologna a Salerno a Palermo. Domani i Radicali si mobiliteranno davanti alle carceri d'Italia ''perche' la Festa della Repubblica - si legge in una nota - possa al piu' presto essere celebrata anche con uno sguardo alla sua giustizia e alle sue carceri''.

Marco Pannella e' in sciopero della fame ormai da 42 giorni, perche' l'Italia 'torni a poter in qualche misura essere considerata una democrazia' e affinche' venga finalmente varato un provvedimento di amnistia - che nel nostro Paese non viene concesso da 21 anni - indispensabile per il ripristino del funzionamento del sistema giudiziario e della legalita' nelle carceri italiane. Insieme a lui - continua la nota - si sono a oggi impegnati a dar corpo con lo sciopero della fame a questa proposta circa 7500 persone in tutta Italia, tra detenuti e loro familiari, agenti di Polizia penitenziaria, direttori, ma anche numerosi liberi cittadini e cittadine.

''L'obiettivo dell'iniziativa nonviolenta di Pannella e di tutti coloro che l'appoggiano - conclude la nota - vuol essere un messaggio di speranza per l'intera comunita' penitenziaria - detenuti, psicologi, educatori, agenti di polizia penitenziaria, infermieri, medici, direttori e personale amministrativo - che vive una situazione di grande sofferenza a causa del sovraffollamento e dell'insufficienza di personale e per tutti quei cittadini che, ingiustamente, attendono per troppi anni la celebrazione di un processo o agognano, in tempi certi e ragionevoli, la conclusione di una causa, siano essi imputati o parte lesa''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog