Cerca

Milano: Bassetti, spero che si ritrovi collaborazione con Camera di Commercio

Politica

Milano, 1 giu. - (Adnkronos) - Una Milano piu' coesa, con un'amministrazione che dialoghi con le piccole e medie imprese e che sappia gestire in modo trasparente ed efficace Expo 2015. Questa e' la citta' che, con l'elezione a sindaco di Giuliano Pisapia, vorrebbe Piero Bassetti, 82 anni, presidente della Fondazione che porta il nome del padre, Giannino Bassetti. Milanese doc, consigliere e assessore del Comune di Milano dal 1956 al 1967, Bassetti e' stato primo presidente della Regione dal 1970 al 1974. Un primo obiettivo da raggiungere e' "ritrovare - dice all'Adnkronos- la collaborazione tra il Comune di Milano e la Camera di Commercio, persa in questi 5 anni, perche' si risolvano i problemi delle piccole e medie imprese milanesi".

La citta' che vede Bassetti e' gia' cambiata, in seguito alle elezioni amministrative e Giuliano Pisapia e' "un'alternativa". Secondo il presidente di 'Globus et Locus', l'associazione che riflette sui temi della glocalizzazione, il nuovo sindaco "ha fatto convergere le forze su di se' e questo l'ha reso vincente". "Ora la priorita' - sottolinea- e' lavorare per un ripristino di coesione della citta'". Secondo Bassetti Pisapia, che in queste ore sta insediandosi a Palazzo Marino, "riuscira' a far ripartire Milano - dice - a condizione che si circondi di persone competenti". Un cambiamento che Bassetti considera lungo e difficile, perche', afferma "il bilancio e' in disordine, come attesta l'indagine del Sole 24 Ore e i rapporti sociali sono tesi".

Bassetti parla anche di Expo 2015, che deve "essere considerato un fatto di cultura e non una rissa tra costruttori com'e' stato finora". "La Moratti - conclude - ha il merito, con altri, di aver portato Expo a Milano, ma lo ha gestito male". Bassetti confida in una nuova gestione e fa il nome di Stefano Boeri, capolista del Pd alle elezioni e probabile assessore di punta della nuova giunta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog