Cerca

Scuola: Zini (Cisl), per i precari in Toscana calvario infinito

Cronaca

Firenze, 1 giu. - (Adnkronos) - ''Molti precari della scuola toscana potrebbero trovarsi esclusi dall'anno di TFA (Tirocinio Formativo Attivo) necessario al conseguimento dell'abilitazione all'insegnamento, oppure essere costretti a spostarsi fuori dalla nostra regione per effettuarlo. Insomma il calvario dei precari non e' ancora concluso e, dopo anni di studio e poi di servizio saltuario, li aspetta un percorso ad ostacoli che non tutti potranno superare. E questo a fronte di quasi 6 mila posti vacanti, tra docenti e Ata''. A denunciare la paradossale situazione e' la segretaria regionale della Cisl scuola Toscana, Cristina Zini.

Da quest'anno infatti il Ministero ha varato un nuovo percorso per conseguire l'abilitazione all'insegnamento che per i docenti di scuola media e media superiore sara' centrato su un anno di Tirocinio Formativo Attivo, a numero chiuso, organizzato dall'Universita', con lezioni e tirocinio in aula. Per essere ammessi al TFA occorrera' superare un quiz proposto dal Ministero, poi una prova scritta e una orale di tipo disciplinare. Una selezione dura, che rappresenta un'incognita per i precari.

Per questo la Cisl Scuola toscana ha predisposto per i propri iscritti un percorso formativo di 100 ore di lezione, in collaborazione con docenti universitari (informazioni su cislscuolatoscana.it), in preparazione alle prove di ammissione, che e' stato presentato oggi nell'Auditorium della Cisl Toscana, a Firenze. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog