Cerca

Pd: Zingaretti, basta capicorrente e schemini sulle alleanze (2)

Politica

(Adnkronos) - ''Il pluralismo correntizio oggi non e' adeguato a farci discutere dei problemi italiani e a farci selezionare una classe politica fondata sul merito e non sulle appartenenze e la fedelta' ai capicorrente. E allora - afferma Zingaretti - bisognerebbe fare una proposta rivoluzionaria: eleggere il segretario nazionale con le primarie, ma senza le liste collegate, che cementificano le appartenenze e che spesso hanno dato l'idea che non esista un partito, ma una federazione di gruppi. Insomma, proprio perche' mi sono sempre sentito solidale con la fatica silenziosa di Bersani per non spostare la barra del Pd, ora penso che debba usare questa forza per cambiare tutto''.

Sulle primarie Zingaretti aggiunge: ''Io penso che sia uno punto talmente identitario per il Pd, che non si puo' abbandonare. Bisogna invece cancellare le liste collegate ai candidati perche' il nostro elettorato ci chiede un soggetto unitario: ci vuole un nuovo natale del Pd''.

Sulle allenze, Zingaretti conclude: ''Io non ho formule, ma bisogna guardare al processo politico che questo voto ci prospetta, perche' noi, Sel e Idv, abbiamo dietro un elettorato molto unito, che ha votato Fassino a Torino e De Magistris a Napoli, e che rappresenta un campo di forze che va riorganizzato. E' in atto un processo al quale dobbiamo guardare con il coraggio dell'innovazione''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog