Cerca

Napoli: morte turista Usa, confessa anche il secondo scippatore (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Il 18 maggio scorso Mendoza e la moglie Ana Rivero erano sbarcati da una nave da crociera al porto di Napoli per una sosta di qualche ora in citta'. Ma appena arrivati in via Marina, la lunga strada che costeggia parte del porto, due malviventi che si trovavano a bordo di uno scooterone avevano aggredito l'americano per tentare di sottrargli l'orologio dal polso.

La vittima aveva cercato di resistere ma era stata sbattuta a terra con violenza. Mendoza rimase gravemente ferito alla testa e venne soccorso da due finanzieri che in quel momento stavano transitando in via Marina.

Il turista fu sottoposto ad un intervento chirurgico alla testa ma dopo nove giorni di agonia e' morto nel reparto di rianimazione dell'ospedale Loreto Mare. Appena quattro giorni dopo il decesso la polizia e' riuscita ad individuare prima uno dei due aggressori e poi anche l'altro. Entrambi avrebbero reso piena confessione davanti al pm che conduce le indagini e alla polizia che ha svolto l'attivita' investigativa ed eseguito i provvedimenti di fermo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog