Cerca

Batterio killer: Zapatero accusa Ue e Germania, chiederemo i danni

Esteri

Madrid, 2 giu. - (Adnkronos/Dpa)- Il primo ministro spagnolo Jose Luis Zapatero ha attaccato oggi Unione Europea e Germania per la gestione della vicenda del batterio killer, preannunciando una richiesta di risarcimento per i danni subiti dagli agricoltori del suo Paese. Secondo Zapatero, l'Ue avrebbero dovuto reagire "con piu' forza e rapidita'" quando si e' scoperto che l'epidemia non e' stata causata dal consumo di cetrioli coltivati in Spagna e la Germania ha commesso "un errore flagrante" nell'accusare questo ortaggio.

La Spagna chiedera' "speigazioni" e il pagamento dei danni subiti dai coltivatori, ha proseguito Zapatero, senza precisare se il risarcimento dovra' provenire dalal Germania o l'Unione europea. "Il danno che e' stato compiuto e' grave e serio, dovremo far ricorso a tutti i mezzi per superarlo", ha detto ancora il primo ministro spagnolo.

Intanto in Olanda, il sottosegretario all'Agricoltura Henk Bleker ha dichiarato che pomodori, insalata e cetrioli olandesi sono "puliti e sicuri". "Nella verdura olandese non e' stato trovato nulla che possa causare problemi di salute", ha affermato. Al momento sono nove le persone rimaste contagiate nei paesi Bassi dal misterioso batterio E-Coli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog