Cerca

Referendum: Camusso, speriamo che il vento completi la sua opera (2)

Politica

(Adnkronos) - "Noi abbiamo pero' la certezza che cambiare si puo' -ha proseguito Camusso- e non ci spaventano i veleni del prossimo periodo. Dobbiamo far si' che quel vento sia definitivo per cambiare non solo una citta' ma il governo di questo paese a partire dal 12 e 13 giugno prossimi quando tutti noi dovremo andare alle urne e non solo perche' si tratta di un diritto democratico ma per dire con forza che l'acqua deve restare pubblica e le fonti di energia devono essere rinnovabili".

"Votare si' ai referendum puo' essere un altro pezzo di questo cambiamento". "Basta con i venti dell'antipolitica, con il populismo -ha proseguito Camusso- occorre che la politica torni a guardare alle condizioni delle persone per migliorane la prospettiva. Torni alla sua funzione alta perche' solo cosi' sui sconfiggeranno i veleni. La nostra classe politica ha portato il paese, unico in Europa, a non crescere. Siamo noi la vera classe dirigente di questo paese -ha concluso Camusso- perche' loro non ne sono capaci".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog