Cerca

Omicidio Scazzi: da protagonista a comprimario, le contraddizioni di 'zio Michele'/Il punto (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Solo a un certo punto, a quanto raccontato da Misseri nella 'seconda confessione', Sabrina si sarebbe impaurita e avrebbe lasciato la presa: quando ormai era troppo tardi perche' Sarah era gia' morta. In questa versione il padre si incarica di far sparire il cadavere dopo che Sabrina e' uscita in strada e si e' infilata nell'auto dell'amica Mariangela Spagnoletti che intanto e' venuta a prenderla in via Deledda per andare al mare, come d'accordo. A partire da questo momento Misseri comincia a ritrattare il vilipendio del cadavere: un episodio che ricomparira' in un'altra occasione, per poi sparire definitivamente nell'incidente probatorio.

Altra svolta clamorosa il 4 novembre quando Michele, assistito dal suo avvocato d'ufficio e da una consulente, riferi' ai magistrati che a uccidere Sarah era stata soltanto Sabrina, e che quest'ultima, dopo aver compiuto il delitto, l'avrebbe chiamato mentre lui dormiva su una sedia a sdraio in cucina, senza che la madre sentisse nulla, e che gli avrebbe chiesto di far sparire il corpo dal garage. E questa e' la prima volta che appare nel mistero dell'omicidio di Sarah Scazzi il movente della gelosia per Ivano, ipotizzato da Michele Misseri in risposta a una domanda precisa degli inquirenti.

Il 15 novembre, durante l'incidente probatorio, un momento molto importante ai fini processuali, Misseri confermo' sostanzialmente la versione del 4 novembre, ovviamente epurata delle molestie sessuali e del vilipendio del corpo. In alcuni momenti del lungo interrogatorio 'zio Michele' parlo' anche di un gioco finito male ma senza essere molto preciso e riferendo in qualche modo la spiegazione che avrebbe dato la figlia. A Natale Misseri scrisse due lettere alle figlie in cui chiedeva scusa di aver accusato ingiustamente Sabrina spiegando di essere stato costretto a fare falsa testimonianza ma senza specificare da chi. Sottolineo' anche di non aver voluto inguaiare la moglie Cosima e il fratello Carmine. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog