Cerca

Fiat: Marchionne, questo accelera il nostro progetto di integrazione

Economia

Roma, 3 giu. (Adnkronos) - ''L'accordo raggiunto oggi, che sancisce l'uscita definitiva del Tesoro Statunitense (UST) dalla compagine azionaria del Gruppo Chrysler, non attenua il senso di gratitudine che proviamo verso l'amministrazione del Presidente Obama per aver creduto, due anni fa, nella partnership con Fiat''. E' il commento dell'Amministratore Delegato di Fiat S.p.A. e di Chrysler Group LLC, Sergio Marchionne, all'accordo che sancisce l'uscita del Governo Usa da Chrysler.

''L'acquisizione dei diritti spettanti al Dipartimento del Tesoro sulla valorizzazione delle quote Veba e' un'ulteriore dimostrazione di quanto crediamo nel futuro della Chrysler e nelle sue capacita' di proseguire lungo il cammino intrapreso per conquistare il posto che le spetta nel panorama dell'industria automobilistica globale -continua Marchionne- L'operazione di oggi non permette solo alla Fiat di rafforzare la propria posizione in Chrysler, ma accelera anche il nostro progetto di integrazione, mirato a creare un costruttore globale, efficiente e competitivo e a garantire a tutte le persone coinvolte un futuro piu' sicuro, in un ambiente aperto e multiculturale, fondato sui valori condivisi dell'integrita' e del rispetto per gli altri''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog