Cerca

Pdl: Berlusconi, non sono contrario a primarie ma senza infiltrati

Politica

Roma, 3 giu. (Adnkronos) - Le primarie per eleggere organi dirigenti del Pdl? "Non sono contrario, purche' si arrivi a essere certi che i votanti siano sostenitori del partito e non infiltrati della sinistra", e a tal fine ci vorrebbe una sorta "di filtro di coloro che vogliono partecipare". Lo dice il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, intervistato da Maurizio Belpietro durante 'La Telefonata' su Canale 5.

Il premier, a proposito della indicazione di Angelino Alfano come segretario politico del Pdl, spiega che "avra' tutti i poteri" che a norma dello Statuto rinnovato "gli verranno delegati dal presidente" e sara' lui a dare ai coordinatori "i compiti che riterra' opportuno". Quanto al nuovo ministro della Giustizia, il Cavaliere afferma che Alfano lascera' e il successore sara' individuato quando, "dopo il cambiamento dello Statuto, Alfano entrera' nel vivo delle sue funzioni. In quel momento avremo il nuovo ministro della Giustizia".

Berlusconi ha aggiunto che il Consiglio Nazionale del partito "ratifichera' una modifica dello Statuto e seguiranno tutte le iniziative per radicarci nel territorio e fare emergere la bravura dei nostri giovani dirigenti. Saranno protagonisti dei congressi locali e del congresso nazionale, e sono convinto che saranno i vincitori delle elezioni del 2013. Ne sono assolutamente sicuro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog