Cerca

Musica: De Martino, a Caracalla qualita' e organizzazione per rilancio

Spettacolo

Roma, 3 giu. - (Adnkronos) - "Quest'aano la stagioen di Caracalla si pone come punto focale delle iniziative dell'Estate Romana. Sara' il centro di un'aplificazione sistematica dell'attivita' dell'Opera di Roma, sul piano cittadino e su quello internazionale". Cosi' Catello de Moartino, sovrintendente dell'Opera di Roma parla -in un'intervista a 'Il Messaggero'- di Caracalla, stagione estiva del teatro che inizia il 2 luglio con la 'Trilogia Romana' di Ottorino Respighi, per poi proporre "Il lago dei Cigni" di Cajkovskij, un Gala "all stars" della danza capitanato da Roberto Bolle, e poi la 'Tosca' di Giacomo Puccini e l''Aida' di Giuseppe Verdi.

Una stagione estiva 2011 che De Martino annuncia con "presenze importanti, coproduzioni, internazionalita', autorevolezza delle proposte e, nel contempo, scelte che piacciano alla gente, molto affezionata aalla tradizione delle terme". Con un occhio all'esigenza di cotnenere i costi: "L'Opera punta ad idee nuove, a scenografie che, rispettando le esigenze di austerita' e ottimizzazione dettate dai tempi, riescano comunque a restituire al pubblico le magie della lirica".

De Martino conferma anche il progetto allo studio di un grande festival di orchestre da tutto il mondo da tenersi proprio a Caracalla, di cui si e' fatto grande promotore il maestro Riccardo Muti: "Alle Terme -dice De Martino- potrebbero arrivare le grandi orchestre straniere ed italiane per dare vita ad una kermesse unica al mondo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog