Cerca

Sardegna: Medde (Cisl), dopo amministrative necessita' di svolta e cambiamento (2)

Politica

(Adnkronos) - ''Tuttavia - sostiene Medde - va evidenziato il mancato trasferimento delle compartecipazioni erariali e tributarie dallo Stato alla Regione, cosi' come concordato nella finanziaria nazionale per il 2007, e dei fondi FAS per un importo che si aggira sui 2 miliardi di euro. Certo, la Regione ha attivato i Tavoli del confronto su piu' questioni attinenti lo sviluppo e il lavoro; si tratta pero' di dare risposte tempestive senza ulteriori dilazioni temporali''.

Medde parla anche del rapporto della Giunta regionale ''sul versante del rapporto con il Governo: e' del tutto assente il tavolo di Palazzo Chigi che storicamente ha visto il confronto tra Regione, sindacati e Governo sui temi piu' importanti dello sviluppo, del lavoro e delle attivita' produttive. Data l'entita' della crisi - afferma - e' indispensabile che la dichiarata disponibilita' della Regione al confronto inizi a produrre effetti positivi nelle aree di crisi e sul mercato del lavoro''.

''Per quel che riguarda il Governo non puo' tardare oltre il rilancio del confronto a Palazzo Chigi, soprattutto per il riconoscimento dello status di insularita' e per una strategia di politica industriale. E' in calendario - conclude il segretario della Cisl -, in termini unitari, un sit-in per il giorno 15 giugno a Cagliari sui problemi della mobilita' e dei trasporti e una mobilitazione per il mese di luglio sui temi del lavoro giovanile, del reimpiego e dello sviluppo della Sardegna''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog