Cerca

Imprese: da colleague a develop, gli errori dei manager alle prese con l'inglese

Economia

Milano, 3 giu. - (Adnkronos) - Colleague, minutes, break, ma anche circuit, negotiate, client, instructions. Sono diversi i termini inglesi ricorrenti nel linguaggio dei manager italiani che rappresentano per questi ultimi un vero e proprio incubi linguistico. Lo evidenzia una ricerca condotta dall'osservatorio della societa' di formazione linguistica 'goFluent' che ha identificato le difficolta' piu' comuni. Dalle parole inventate come 'uneffective' a quelle fraintese come 'responsible' si apre una rosa di ostacoli che vanno dalle incertezze di pronuncia, difficolta' di memorizzazione dei termini, all alterazione delle regole grammaticali.

Per citare alcuni esempi i dirigenti sembrano dimenticare frequentemente gli articoli ('a', 'the'), sudano nel distinguere termini assonanti come 'this' e 'these'''. Ma ancora cercano di pronunciare il vocabolo cosi' come e' scritto (ad esempio 'asked' al posto di 'askt') o fanno fatica a pronunciare parole che hanno un impatto forse psicologico, come 'debt', debito. La componente psicologica sta anche alla base del fatto che gli studenti italiani tendano ad usare piu' frequentemente - per indicare 'guadagnare' un salario - 'win', 'vincere' invece di 'earn'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog