Cerca

Droga: 60mila euro a Serena Grandi, risarcita per ingiusta detenzione (2)

Cronaca

(Adnkronos) - A provocare la richiesta di risarcimento e' stata la detenzione subita da Serena Grandi nel 2003 quando dal 19 novembre di quell'anno al 22 aprile successivo fu detenuta a casa per ordine del giudice per l'indagine preliminare Luisanna Figliolia.

Questa ne ordino' l'arresto nell'ambito di un'indagine sulla violazione della legge sugli stupefacenti e su prostituzione. Insieme con la Grandi furono arrestate altre 22 persone tra personaggi dello spettacolo, titolari di locali della capitale e altri gia' coinvolti in fatti analoghi.

Motivando l'accoglimento della richiesta di risarcimento i giudici della Corte di Appello hanno sottolineato che le intercettazioni telefoniche sulla quali unicamente si fondavano le accuse avevano un contenuto inidoneo a supportare quel quadro indiziario per l'emissione dell'ordine di custodia cautelare. Tant'e' vero che il provvedimento di arresto fu poi revocato per mancanza di grave indizio di colpevolezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog