Cerca

Fincantieri: Petteno' (Sinistra Veneta), Zaia rilanci le 'autostrade del mare'

Economia

Venezia 3 giu. (Adnkronos) - Soddisfatto per il ritiro del piano industriale da parte dell'amministratore delegato di Fincantieri, il consigliere regionale veneto, Pietrangelo Petteno' (Federazione della Sinistra veneta) auspica ora ''la presentazione di un nuovo piano industriale per l'azienda controllata dal Governo. Le iniziative messe in campo dai lavoratori e dal sindacato in tutta Italia - dichiara Petteno' - hanno portato al ritiro di un piano industriale di Fincantieri che prevedeva la chiusura degli stabilimenti di Riva Trigoso in Liguria e di Castellamare di Stabia in Campania ed il ridimensionamento anche degli altri cantieri, compreso quello di Porto Marghera, con la perdita di migliaia di posti di lavoro. Ora serve un nuovo piano industriale per superare le attuali difficolta' nel comparto rilanciando l'occupazione a partire da nuove commesse pubbliche nel settore dei trasporti delle merci su nave''.

Per il rappresentante della Sinistra veneta il rilancio della cantieristica potra' venire solo investendo sulle cosiddette ''autostrade del mare''. ''L'Italia ha due naturali ''autostrade del mare'', il Tirreno e l'Adriatico - spiega - che potrebbero risolvere tanti problemi che affligono il nostro Paese come il traffico e l'inquinamento. Auspichiamo che il Presidente Zaia e la Giunta smettano di occuparsi solo di strade, cemento e asfalto e rilancino i progetti di ''autostrade del mare'', sinora rimaste confinate nei cassetti della Regione e nei ''libri dei sogni''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog