Cerca

Fincantieri: Amendola e Orlando (Pd), ritiro piano non e' sufficiente

Economia

Napoli, 3 giu. - (Adnkronos) - "Questa e' una prima buona notizia. Ora tutti lavorino in modo responsabile al futuro dei cantieri". A dichiararlo in una nota congiunta sono il segretario regionale Pd Campania Enzo Amendola e il commissario provinciale Andrea Orlando, dopo il ritiro del piano industriale da parte di Fincantieri che prevedeva la chiusura degli stabilimenti di Castellammare di Stabia e il licenziamento di oltre 2500 lavoratori.

"Il Pd in Consiglio regionale e in Parlamento ha sempre collaborato e contribuito ad una discussione che mettesse al primo posto il mantenimento dei livelli occupazionali e il rilancio del comparto" aggiungono Amendola e Orlando, secondo i quali "il ritiro del piano pero' non e' sufficiente perche' la vicenda e' solo tornata in dietro di quindici giorni: lo tengano presente il governo nazionale e quello regionale".

"Manca ancora un piano industriale di rilancio e servono provvedimenti immediati, tra cui la realizzazione del bacino di costruzione. Inoltre, a breve scadra' la cassa integrazione per i dipendenti di Fincantieri e dell'indotto. C'e' ancora molto da lavorare, e c'e' bisogno di iniziare al piu' presto. E' indispensabile convocare nel minor tempo possibile il tavolo istituzionale, cosi' come deciso a Roma questa mattina" concludono Amendola e Orlando.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog