Cerca

Roma: Santori, troppe strade al buio e cresce rischio criminalita'

Cronaca

Roma, 3 giu. -?(Adnkronos) - ''Chiediamo immediata chiarezza sullo spegnimento di diversi lampioni che a macchia di leopardo investe tutta la citta', dal centro alla periferia. Si moltiplicano le segnalazioni di lampioni spenti da via Panisperna ad Ostia, da via dei Serpenti alle strade della periferia est. Che succede? A che dobbiamo queste frequenti interruzioni del servizio?". Lo dichiara in una nota il presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale Fabrizio Santori, "a proposito dei frequenti guasti ai lampioni della citta', segnalati a piu' riprese da decine di cittadini".

"Il buio crea criminalita', dove le strade e le piazze non sono illuminate aumentano i rischi di spaccio di droga, molestie, furti, rapine e incidenti stradali, senza contare che lavorare nel buio diventa un problema per le forze dell'ordine rendendo piu' difficile la cattura di eventuali malviventi - sottolinea - E' necessario che un servizio di cosi' vitale importanza per la citta' sia gestito in modo piu' attento, evitando di creare disagio e addirittura pericolo per la cittadinanza''.

''E' opportuno sedere intorno ad un tavolo di confronto con i vertici di Acea, societa' tra l'altro anche quotata in borsa, e con l'assessorato ai lavori pubblici, per capire cosa succede e che cosa non funziona - conclude - Se le centraline sono vecchie devono essere rinnovate, cosi' da rendere immediata l'individuazione del guasto e permettere di avere tempi certi per le riparazioni''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog