Cerca

Fincantieri: Cgil, ora commesse pubbliche per Cantieri Palermo

Economia

Palermo 3 giu. - (Adnkronos) - "L'ad di Fincantieri Giuseppe Bono ha ritirato il piano industriale, ma resta il problema del lavoro, dell'innovazione del prodotto, degli investimenti per rendere piu' efficienti i Cantieri navali di Palermo". A dirlo sono il segretario Cgil di Palermo, Maurizio Cala', e il rappresentante Fiom di Palermo, Francesco Piastra, che aggiungono: "Il Governo nazionale deve andare oltre le promesse e garantire le commesse pubbliche. Il banco di prova per Palermo, nell'incontro che si fara' specificamente anche con le istituzioni locali, sara' il finanziamento del bacino 150 mila tonnellate, ma Fincantieri nel contempo rispetti gli impegni sottoscritti nel protocollo del maggio 2010 per mantenere a Palermo le tre missioni produttive: trasformazioni, riparazioni e soprattutto il vero core business che sono le costruzioni".

"Il Cantiere navale di Palermo - aggiungono Cala' e Piastra - anche a detta dell'amministratore delegato Bono ha superato a pieni voti la realizzazioni dello Scarabeo otto. Adesso attendiamo le commesse pubbliche: la Saipem potrebbe essere un buon committente per Fincantieri e anche questo dipende dal governo nazionale. Moduleremo le iniziative di lotta - concludono - rispetto alle risposte che concretamente arriveranno e dal governo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog