Cerca

Fincantieri: assessore Sicilia, Regione chiede rispetto protocollo intesa

Economia

Palermo, 3 giu. - (Adnkronos) - "Il ritiro del piano industriale da parte di Fincantieri e' un segno di distensione che contribuira' a rasserenare gli animi di tutti e degli operai in particolare. Per quanto ci riguarda, credo che un nuovo piano industriale, rivisto, puntera' sui Cantieri navali di Palermo, mantenendo le caratteristiche operative di costruzione, manutenzione e riparazione navale, garantendo anche i livelli occupazionali". Lo dichiara l'assessore regionale alle Attivita' produttive della Sicilia, Marco Venturi, in seguito alla riunione sulla questione Fincantieri, che si e' svolta oggi a Roma, al ministero dello Sviluppo economico.

"Ribadisco, in ogni caso, la volonta' della Regione di investire per il rilancio della cantieristica navale in Sicilia. Questo governo - aggiunge Venturi - ha messo a disposizione circa 60 milioni di euro per la ristrutturazione dei due bacini di carenaggio da 19 e 52 mila tonnellate dello stabilimento palermitano. Il progetto esecutivo per il primo bacino, realizzato dal Genio Civile, ci e' gia' stato consegnato ed entro il mese di giugno questo assessorato emettera' il bando europeo. Tempi strettissimi anche per il progetto di ristrutturazione dell'altro bacino, quello da 52 tonnellate. Quando ci sara' inviato indiremo anche quest'altra gara".

"Tutto questo mi permette di ribadire che la Regione siciliana mantiene gli impegni - conclude Venturi - e ci aspettiamo che anche Fincantieri faccia altrettanto, in ossequio al protocollo di intesa sottoscritto nel giugno scorso che prevedeva, tra le altre cose, oltre all'impegno della Regione per la ristrutturazione dei bacini, la garanzia del mantenimento di 3 linee di produzione e la salvaguardia dei livelli occupazionali dello stabilimento palermitano".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog