Cerca

Piacenza: tratta e sfruttamento di prostitute nigeriane, arresti

Cronaca

Piacenza, 4 giu. - (Adnkronos) - La polizia di Piacenza in collaborazione con la Questura di Teramo, la sezione polizia stradale di Ascoli Piceno e il commissariato di Crema, ha eseguito 8 ordinanze di misure cautelari e numerose perquisizioni domiciliari nell'ambito dell'operazione 'Trolley'. Agli indagati sono stati contestati i delitti di tratta, riduzione in schiavitu' e favoreggiamento all'immigrazione clandestina e di aver agevolato, favorito e sfruttato la prostituzione di nigeriane fatte giungere in Italia, che venivano costrette a prostituirsi per poter saldare il debito contratto con l'organizzazione criminale.

Secondo una ricostruzione della polizia, infatti, le donne venivano reclutate in Nigeria, accompagnate sino in Libia e da li' venivano fatte imbarcare alla volta di Lampedusa. A quanto si apprende dalla polizia, 4 sono gli arresti disposti mentre per le altre 4 persone sono state disposte misure di obbligo di pg o di obbligo di dimora. Al momento sono stati eseguiti arresti nei confronti di due degli accusati, mentre gli altri due sono ricercati all'estero.

Dalle indagini degli uomini della squadra mobile e' emerso che una ragazza, che voleva sottrarsi all'organizzazione, e' stata picchiata dalla sua sfruttatrice che in modo permanente le ha sfregiato il volto. Sono state eseguite misure cautelari anche nei confronti di italiani ed in particolare di due tassisti che accompagnavano con proprio taxi le prostitute sui luoghi di esercizio della prostituzione e le riaccompagnavano a casa a fronte di corrispettivi in denaro. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog