Cerca

Enna: testa su vicina mix di farmaci per avvelenare marito, denunciata

Cronaca

Palermo, 4 giu. - (Adnkronos) - Stanca dei presunti e continui tradimenti del marito decide di ucciderlo avvelenandolo. Per sbarazzarsi del coniuge fedifrago, una donna di 50 anni aveva preparato un miscuglio di farmaci e, per accertarsi che fosse realmente letale, lo aveva testato su una vicina di casa. Accade a Piazza Armerina, in provincia di Enna, dove la polizia ha denunciavano la donna per lesioni aggravate. A confessare il misfatto e' stata la stessa moglie tradita, che in stato confusionale si e' presentata in commissariato raccontando agli agenti di aver preparato il mix di farmaci, acqua e zucchero. Dopo aver sottratto le medicine alle figlie, aveva sciolto diverse compresse in un bicchiere, pronta ad avvelenare il marito non appena fosse rientrato a casa.

Preparato il "veleno", la cinquantenne decide di 'sperimentarlo' e con una scusa invita nel proprio appartamento una vicina di casa, alla quale offre la bibita 'avvelenata', che la giovane beve tutto di un sorso, dicendo pero' che aveva uno strano sapore. A questo punto la moglie tradita viene colta dal senso di colpa e si precipita in commissariato per costituirsi e raccontare di aver avvelenato la vicina.

Gli agenti si sono precipitati, cosi', in casa della giovane che aveva bevuto il mix di farmaci, trovandola in buone condizioni. La donna e' stata immediatamente accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale Chiello, dove i medici dopo gli accertamenti hanno escluso fosse in pericolo di vita e l'hanno dimessa con tre giorni di prognosi. Per la cinquantenne, invece, e' scattata la denuncia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog