Cerca

Ogm: Zaia, no convinto a tutela dei prodotti tipici italiani

Economia

Treviso, 4 giu. - (Adnkronos) - ''No agli Ogm''. A ribadire la sua contrarieta' e' stato ancora una volta il governatore del Veneto Luca Zaia: "E' un no convinto a tutela dei 4.700 prodotti tipici italiani, dei 350 prodotti tipici veneti, ma soprattutto a tutela dell'identita' dell'agricoltura italiana - ha spiegato Zaia - Se ci omologhiamo agli Ogm vorra' dire che gli altri, cioe' le multinazionali, verranno qui a fare cannibalismo della nostra agricoltura. Da noi abbiamo solo verdura sana e testata, con etichettatura che consente di conoscere nome e cognome del produttore", ha spiegato Zaia in occasione della maxi insalata contro la psicosi da batterio killer organizzata dalla Coldiretti a Treviso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ormaicelisiamorotti

    05 Giugno 2011 - 18:06

    In pochi anni abbiamo: 1) Distrutto le conoscenze genetiche italiane patrimonio di un secolo (leggasi centri di ricerca) 2) Distrutto l'economia agricola, abbiamo condannato gli agricoltori a non produrre OGM ma ad alimentare quasi completamente gli animali con OGM importato (leggasi 80% soia e 50% mais) 3) Produciano non OGM per gettarne almeno piu' del 50% in digestori anaerobici per farci energia A fronte di cosa: a) di una ideologia di massa che annebbia la ragione b) Nessuna e ripeto nessuna prova è stata fornita per dimostrare il pericolo dell'OGM c) La comunità europea non esiste anche in questo settore, decide sulla lunghezza delle banane ma a fronte di una ssenza totale di prove se gli OGM crino danni, lascia che gli stati badate bene, per motivi politici e non per motivi scientifici possano bloccare la libera coltivazione. Importiamo pure il pomodoro dalla cina, gli asparagi dal perù e dal cile, la soia da US e brasile ma salvaguardiamo bene la nostra IDIOZIA. Povera Italia

    Report

    Rispondi

blog